Crea sito

13 Marzo 1945- A 22 anni il partigiano Luciano Anselmo Torchio viene fucilato dai fascisti

13 Marzo 1945- A 22 anni il partigiano Luciano Anselmo Torchio viene fucilato dai fascisti

Nato ad Asti il 27 maggio 1922, fucilato ad Asti il 13 marzo 1945, autista.

Dopo l’8 settembre 1943, il giovane autista accorse nelle file della Resistenza astigiana, assumendo il nome di battaglia di “Luciano”.Nominato comandante di un battaglione della 16ma Brigata Garibaldi “Generale Perotti”, che operava prevalentemente in provincia di Cuneo, nelle Langhe, “Luciano”, con i suoi partigiani, partecipò a combattimenti in Val Bormida, a Murazzano e a Castelletto Uzzone.Il 22 gennaio 1945, il giovane, che si era recato in missione ad Asti, fu catturato dai fascisti e sei giorni dopo fu processato da un Tribunale militare.Condannato a morte, Torchio fu fucilato contro il muro di cinta del cimitero di Asti da un reparto di Brigate nere.

Ad Anselmo Torchio, ad Asti, hanno intitolato una strada. Un suo ritratto da partigiano è conservato, a Torino, nel Fondo dell’Associazione Nazionale Famiglie Martiri Caduti per la Libertà.

– LETTERA SCRITTA DA ANSELMO TORCHIO IN DATA 13-03-1945 ALLA MOGLIE E AL PADRE :

“Alba, 13 Marzo [1945]
Mia amata e tanto cara Natalina,
L’ultimo desiderio lo rivolgo a te e al nostro piccolo
Pier Giorgio; io tra poco vado a raggiungere Pier Luciano
in cielo. Quello che ti prego, te, Pier Giorgio, Papà e Mam-
ma é di perdonarmi il male che vi ho fatto. Ricordati mia Li-
na che io anche se ti ho fatto molti torti ti ho veramente
amata, muoio col vostro caro viso davanti gli occhi. Per
Perdonatemi. Portatemi sempre dei fiori sulla mia tomba e
pregate per me, io dal cielo pregherò per voi. Caro Papà
già che mio figlio non ha avuto la fortuna di conoscere suo
padre falli te da secondo padre. Allevatelo bene e ditegli
che suo padre é morto per la sia Patria. Caro Papà, tratta
bene Lina che veramente é una brava donna e vogliali bene.
mia moglie me a mia moglie e al mio bambino. Non li dimenticare
mai, fa che ad essi nulla manchi.
Il prete che mi ha dato l’ultima comunione vi farà avere
questo mio scritto. Vi bacio tutti, Perdonatemi.
Il vostro
TORCHIO ANSELMO”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.