Crea sito

16 luglio 1944 – Il giovanissimo Partigiano Ivo Tani(17 anni)e il Partigiano Alfredo Vestri (57 anni), in seguito alla delazione di un servo fascista traditore, sono catturati, torturati e fucilati dai tedeschi:

16 luglio 1944 – Il giovanissimo Partigiano Ivo Tani (17 anni) (FOTO) e il Partigiano Alfredo Vestri (57 anni), in seguito alla delazione di un servo fascista traditore, sono catturati, torturati e fucilati dai tedeschi:

Era nato il 5 settembre 1925 e fin dall’8 settembre 1943 lavorò nella formazione partigiana di Alfredo Vestri in collegamento col C.P.C.A. di Arezzo, nell’opera di assistenza agli ex prigionieri alleati evasi dal campo di concentramento di Laterina.Il 6 luglio 1944, a seguito di una delazione fascista, venne catturato dai tedeschi, assieme ad Alfredo Vestri, nei pressi di Santa Maria a Pigli di Arezzo.
I due partigiani vennero condotti nella zona di Castiglion Fibocchi, furono seviziati, torturati, trattenuti fra la vita e la morte per una diecina di giorni, e quasi certamente la mattina del 16 luglio fucilati.

Nel Liber Chronicus della parrocchia di Policiano, don Emilio Stopponi annotò:

“… Alcuni giorni or sono nella Parrocchia di Castiglion Fibocchi furono ritrovate alcune salme di uccisi dal tedeschi. Due di esse, seppellite nella stessa fossetta, sono state riconosciute per quelle di Vestri Alfredo e di Tani Ivo, scomparsi come si è ricordato la sera del 7 luglio scorso. Insieme a queste ve ne erano altre quattro: una di un giovane di circa 16 anni, le altre erano legate insieme e bendate…”

A metà di dicembre don Emilio scrisse:

“Che cosa sia successo non si è mai saputo. Intorno al 13 Dicembre le salme di ambedue furono ritrovate nei pressi di Castiglion Fibocchi. Siamo venuti a sapere che i due furono portati a! podere Belvedere della parrocchia di Castiglion Fibocchi. Qui vennero interrogati e lasciati per vari giorni. Verso gli ultimi di luglio furono portati al podere però della stessa parrocchia e la sera stessa fucilati. Non avevano potuto parlare con alcuno. Ma da alcuni indizi, di chi li poté vedere e dagli abiti, di cui le salme erano rivestite, si poté con certezza individuare nei due cadaveri, ormai irriconoscibili, i due scomparsi…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.