Crea sito

Cartello neonazista che incita ai forni crematori “Disgusto generale”.

Sta suscitando un disgusto generale il cartello appesoe firmato con una svastica, esposto da ignoti questa notte a Torrebelvicino nella bacheca esterna del el pd, vicino a quella dell’ANPI e dell’aRCI, nel quale era scritto:” 27 GENNAIO GIORNATA DELLA MEMORIA – RICORDIAMOCI DI RIAPRIRE I FORNI: EBREI ROM SINTI FROCI NEGRI COMUNISTI – INGRESSO LIBERO”.

La foto ha iniziato a girare sui social in mattinata, scatenando una generale condanna. Fra i primi a stigmatizzare l’episodio, la  Cgil di Vicenza.

Un foglio bianco con scritte nere, il contenuto che incita all’Olocausto e a un raccapricciante «riaprire i forni» e come suggello un simbolo inequivocabile cerchiato di rosso: la svastica nazista, con tanto di firma «SS VI ». Il cartello dell’odio antisemita (e non solo) è stato affisso nella notte tra lunedì 27 e martedì 28 gennaio sulla bacheca della sede del Pd a Torrebelvicino, nell’Altovicentino.“Non possiamo tacere – afferma il segretario generale, Giampaolo Zanni – di fronte a questo cartello, non a caso esposto nelle bacheche di organizzazioni democratiche ed antifasciste nella giornata della memoria voluta per non dimenticare lo sterminio che prima ho citato. Esprimiamo profonda condanna e rabbia rispetto a questo gesto e solidarietà e vicinanza al Pd, all’ANPI e all’Arci, vittime di questo vero e proprio oltraggio ed attacco. Chiediamo alle autorità di indagare per individuare e punire i responsabili di questo gesto ed a tutti i cittadini che credono nella libertà e nella democrazia di non rimanere indifferenti e di esprimere la propria indignazione”.

Gli autori del gesto sono ignoti ma è certo invece il contenuto che hanno voluto veicolare e per il quale hanno scelto una data precisa:il Giorno della Memoria del 27 gennaio, istituita proprio per ricordare le vittime dell’Olocausto durante la seconda guerra mondiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.