Crea sito

Forza Nuova inscena un funerale contro una coppia gay il giorno del loro matrimonio: Condannati per diffamazione

La condanna alla fine è arrivata per tutti. Ma il reato contestato e punito solo pecuniariamente è diverso da quello per cui si era aperto il procedimento.


Finto corteo funebre, inscenato nel febbraio 2017, da alcuni militanti di Forza Nuova, che sfilarono per le vie del centro di Cesena. Un gesto fatto in concomitanza di un’unione civile tra due uomini che stavano ufficializzando la loro relazione in Comune.“

Diffamazione: per questo sono stati condannati tutti i protagonisti: all’epoca (ora non più) quasi tutti ai vertici riminesi di Forza Nuova che avevano percorso il centro di Cesena celebrando un grottesco rito funebre contro una unione civile che si stava celebrando a pazzo Albornoz.

Il Tribunale di Forlì ha accertato la responsabilità penale, per il reato di diffamazione, di 12 aderenti di Forza Nuova che, nel febbraio 2017, durante la celebrazione di un’unione civile avevano inscenato un funerale nella piazza municipale di Cesena, divulgando messaggi denigratori nei confronti della coppia e di tutta la comunità.


I condannati, che avevano sfilato di fronte agli uniti civilmente ed ai loro ospiti portando in spalla una bara con l’iscrizione “Matrimoni Gay funerale d’Italia”, avevano anche affisso manifesti funebri inneggianti alla “fine della civiltà, delle nostre tradizioni, della famiglia naturale, unico cardine della nostra società e dei diritti dei bambini a crescere con una mamma ed un papà”.
Per i militanti di Forza Nuova è arrivata una condanna a 2000 euro di multa più il pagamento delle spese processuali…Cade la discriminazione razziale.
“Il caso avrebbe potuto sortire esiti ben più in linea con la gravità del fatti, se la comunità LGBTIQ+ avesse goduto della tutela del DDL Zan”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.