Crea sito

Magnatopoli- Condannati Ali babà e i 52 furboni.

Condanne per 52 su 57 ex assessori ed ex consiglieri della regione Lombardia accusati di peculato. Condannato anche eurodeputato del Carroccio Ciocca e il capogruppo della Lega Massimiliano Romeo .I giudici non ammettono la richiesta di rinvio in attesa della ‘Spazzacorrotti’ del Governo che salva i ladroni di fondi pubblici .

Il tribunale di Milano ha condannato a due anni e sei mesi per Renzo Bossi detto il “Trota”, figlio di Umberto Bossi. E a un anno e 8 mesi per Nicole Minetti, l’ex igienista dentale di Silvio Berlusconi. I due ex consiglieri regionali – rispettivamente di Lega e Pdl, erano tra i 57 imputati al processo sulla cosiddetta “Rimborsopoli” al Pirellone, che coinvolge tutti ex consiglieri ed ex assessori in Regione Lombardia tranne uno.In tutto sono state 52 le condanne inflitte dai giudici della decima sezione penale di Milano, presieduti da Gaetano La Rocca, e cinque gli imputati assolti o prescritti. La pena più pesante è stata quella inflitta all’ex capogruppo in Consiglio della Lega Stefano Galli, condannato a 4 anni e 8 mesi. Era accusato di peculato e truffa, secondo quanto ricostruito dal pm Paolo Filippini, avrebbe pagato con soldi pubblici il matrimonio della figlia Laura Verdiana e avrebbe fatto assumere dal Pirellone il genero, Corrado Paroli(condannato a 2 anno e 6 mesi) consulente, con uno stipendio di 196mila euro lordi per 19 mesi di lavoro.

Tra gli imputati anche gli ex consiglieri Angelo Ciocca, ora eurodeputato Lega, che è stato condannato a 1 anno e 6 mesi con pena sospesa e non menzione nel casellario giudiziario.Il tribunale ha anche condannato a un anno e 8 mesi Massimiliano Romeo, attuale capogruppo della Lega in Senato: a lui la procura ha contestato presunte spese indebite (molti pranzi e cene) spalmate nell’arco di 4 anni per quasi 30mila euro e a un anno e 6 mesi Angelo Ciocca, attualmente eurodeputato del Carroccio. Per entrambi la pena è sospesa ed è stata decisa la non menzione nel casellario giudiziario.Ma chi è Massimiliano Romeo ? guardiamo la sua scheda politica : Regione di elezione: Lombardia
Nato il 22 gennaio 1971 a Monza (Monza e Brianza) 
Residente a Monza (Monza e Brianza)
Professione: Consulente automobilistico Elezione: 4 marzo 2018
Proclamazione: 23 marzo 2018 Presidente del gruppo L-SP-PSd’Az dal 20 giugno 2018 Membro della 6ª Commissione permanente (Finanze e tesoro)

Qualcuno ci ha provato, ma il Giudice Gaetano la Rocca  è stato integerrimo.

Prima di entrare in camera di consiglio il presidente della decima sezione penale del Tribunale di Milano Gaetano La Rocca aveva spiegato che non sarebbe stata valutata l’istanza di rinvio avanzata da uno dei difensori in vista delle nuova norma introdotta dal governo (e in via di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale) che avrebbe consentito di derubricare il reato di peculato in quello meno grave di indebita percezione di erogazioni o fondi pubblici. Il giudice La Rocca ha sottolineato che al momento la nuova non è ancora in vigore.

Anche se non siamo d’accordo con la menzione nel casellario giudiziario per diritto di:La legge è uguale per tutti, ringraziamo il Giudice Gaetano la Rocca per il suo grande lavoro di pulizia della banda dei mangioni .

Fonte corriere,Repubblica.

https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/01/18/news/spese_pazze_regione_lombardia_rimborsopoli_consiglieri_assessori_sentenza_milano-216856829/

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.