Crea sito

Nicola Frantoianni: E’ arrivato il momento di decidere se vogliamo essere alleati dei Kurdi o di un regime che incarcera artisti o oppositori politici

Nicola Frantoianni ha chiesto ufficialmente in Parlamento di intervenire nel nord della Siria per bloccare il massacro dei curdi che,per anni hanno combattuto contro l’ISIS, per la libertà di quei territori, e anche per la nostra libertà.

Intervenga subito l’Europa. Giù le mani dal Rojava e dai curdi ha dichiarato Nicola Frantoianni.

Mi sembrava necessario e atto dovuto sollevare una questione di enorme importanza.Lontano da qui sta per esplodere una nuova guerra, e le guerre sono sempre ingiuste. Ma tra queste ci sono guerre ancora più ingiuste. Quella che sta per scatenarsi in Siria è una guerra di aggressione da parte dell’esercito turco contro le forse dell’S.D.F composte da gran parte da quei curdi e quelle curde che formando le milizie delle Ypg hanno sconfitto i tagliagole  dell’ISIS – Nella STRAORDINARIA RESISTENZA DI kOBANE, IN UNA LUNGA LOTTA CHE HA CONTATO OLTRE 11’000 COMBATTENTI CADUTI .Tra di loro, voglio ricordare che c’è anche qualche italiano morto per la nostra libertà .”Il Riferimento al combattente Lorenzo Orsetti era chiaro”

Io credo che di fronte  a quello che rischia di trasfomarsi in una carneficina, il nostro Governo non può restare indifferente.Perchè bisogna attivarsi per bloccare quell’intervento .E’ arrivato il momento di decidere se vogliamo essere alleati di un regime che incarcera artisti, giornalisti, e oppositori politici , o vogliamo essere alleati di un grande popolo che combatte con fierezza il terrorismo e l’ingiustizia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.