Crea sito

Salvini:Il 4 Luglio vado a Processo per il caso Gregoretti, e inizia la solita manfrina

“Mi ha chiamato l’avvocato, mi ha detto che c’è il mio processo a Catania, per sequestro di persona, sabato 4 luglio, devo andare, nel casino che c’è in questo contesto”. Ad annunciare l’avvio del processo per il caso della nave Gregoretti , è lo stesso Matteo Salvini,ad annunciarlo, durante una diretta sul suo profilo Facebook: accusato di sequestro di persona aggravato, relativamente alla vicenda dei 131 naufraghi bloccati per tre giorni lo scorso luglio al largo di Augusta a bordo della nave militare.

 “Piccola parentesi personale: c’è mezza Italia ferma però mi è arrivata una convocazione a Catania per il 4 luglio”., ha dichiarato. Salvini è indagato per i reati di sequestro di persona “aggravato dalla qualifica di pubblico ufficiale dall’abuso dei poteri inerenti alle funzioni esercitate, nonché di avere commesso il fatto in danno di soggetti minori di età”. In caso di condanna, il leader della Lega rischierebbe una pena che va dai 6 mesi ai 15 anni di carcere.

“Si ferma tutto tranne il ‘processo a Salvini’ che avò  la fortuna e la gioia di vedere svolgersi a Catania il 4 luglio: mi sembrava incredibile prima del virus, mi sembra ancora di più ora”, continua il leader del Carroccio. “Spero che le inchieste, le indagini, le ispezioni, doverose, cominciano quando non ci sono più i morti. Non si usino le vie giudiziarie per le piccole vendette politiche, in questo momento”.

A riguardo delle inchieste  sulle Rsa, Matteo Salvini crede che non sia il momento adatto per portarle avanti: “Mentre ci sono ancora medici, direttori generali e assessori in trincea, in prima linea ovunque, leggere sui giornali di inchieste, che arriva la Guardia di Finanzia … almeno da questo punto di vista il sistema giudiziario non può aspettare che l’emergenza sanitaria sia non dico chiusa ma almeno sotto controllo? Anche perché i problemi nella case di riposo sono ovunque”. Per lui, “se poi ci saranno colpe verranno individuarle a emergenza finita”.

Ricapitolando : Risponde Lorenzo Tosa sul suo Profilo Facebook  :

Rtl 102.5, questa mattina.Parla Matteo Salvini.

Dice sostanzialmente due cose. Ed è difficile metterle in ordine di delirio.

1. “Faccio un appello. Possiamo aspettare la fine dell’epidemia prima di mandare gli ispettori o magistrati in ospedali o case di riposo?”

2. “Riapriamo subito tutta la Lombardia, scuole comprese. Se la scuola riaprisse l’11 maggio io i miei figli li manderei a scuola.”

Avete capito bene.

Nel bel mezzo di un’epidemia, nell’epicentro mondiale del Coronavirus, dove sono morte 11.000 persone – dopo aver detto “Chiudete tutto, riaprite tutto, no richiudete tutto di nuovo” – questo individuo propone di riaprire un’intera regione e addirittura le scuole(!), mentre le indagini, le perquisizioni, le inchieste, i controlli, quelli possono attendere, non sia mai venga fuori che il tanto decantato modello sanitario lombardo in realtà era una manica di avventurieri allo sbaraglio.

“Sospendere tutte le indagini e riaprire tutte le scuole.”Lo ha detto davvero.E allora davvero,ringraziamo Salvini. Perché, se non fosse stato per lui, oggi queste follie non sarebbero solo slogan radiofonici ma decreti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.