Crea sito

Siria:Centinaia di morti tra i civili curdi e oltre centomila sfollati,moltissimi bambini feriti gravi

Si fa sempre più drammatica la situazione in Siria,le forze armate turche continuano a bombardare senza tregua le postazioni dei Phesmerga Curdi e piccoli villaggi e cittadine .Si contano centinaia di morti tra la popolazione civile tra cui molte donne a bambini.

Il regime turco ha sferrato con tutta  la sua aggressività un attacco  sulle terre siriane di Al-Hasakah e Raqqa, e ha occupato Tel Halaf e le incursioni nei villaggi di Alok e Ketsho nelle vicinanze di Ras Al-Ain e la zona industriale della città in parallelo con l’obiettivo di colpire molti dei villaggi rurali e delle città nei due governatorati, concentrandosi su infrastrutture e strutture vitali come depositi di petrolio e centrali  elettriche,centrali idriche, centrali idroelettriche . Ciò ha provocato la morte di numerosi civili palestinesi e gravi danni alle infrastrutture.

 

Il corrispondente della SANA ad al-Hasakah ha detto che le forze del regime turco hanno continuato la loro aggressione con l’artiglieria e il volo sui villaggi e le città di Ras al-Ain e al-Qamishli nella campagna di al-Hasakah e nell’area di Ain Eisa nella campagna settentrionale di Raqqa.

 

 Le forze del regime turco hanno preso di mira l’artiglieria e l’aviazione dalla città di Ras al-Ain, causando la morte di 5 civili e ferendone altri 9, mentre i villaggi di Ndas e Alok, Hamid e Tel Arqam nelle campagne sono stati bombardati con artiglieria e incursioni dell’aggressione turca, in parallelo con l’intensivo bersaglio della felice stazione Dei campi petroliferi di Hasakeh Rumilan al confine turco, che ha portato al rogo dell’intera pianta.

D’altra parte, fonti civili hanno riferito al giornalista che feroci scontri con armi leggere e medie sono scoppiati dalle prime ore del mattino su entrambi i lati del confine nella parte opposta della città di Ras Al Ain in concomitanza con una sporadica aggressione di artiglieria turca sulla città nel tentativo di sbarcare un’incursione.

Le fonti hanno sottolineato che l’area di confine sta assistendo a uno sfollamento di persone verso aree lontane dal confine e che migliaia di famiglie sono rimaste senzatetto o una fonte di cibo e acqua si prevede un  emergenza sanitaria .

Nel contesto della sua aggressione, il giornalista ha sottolineato che le forze del regime turco hanno attaccato missili nella città di Ain Issa, nella campagna settentrionale di Raqqa, causando danni materiali alle case dei residenti e alla proprietà pubblica e privata.

D’altra parte, il corrispondente della SANA ad Al-Hasakah ha riferito del ritiro di 100 forze di occupazione statunitensi dal territorio siriano in due lotti attraverso il passaggio illegale di “Simalka” verso l’Iraq con dozzine di veicoli.

Il reporter ha sottolineato che la partenza di dieci ufficiali delle forze di occupazione americane accompagnata da un numero di esperti stranieri dalla base illegale statunitense Rumilan verso il territorio iracheno attraverso l’attraversamento “Simalka” illegale.

Il reporter ha sottolineato che le forze del regime turco hanno intensificato la loro aggressività durante le ultime ore, prendendo di mira il quartiere occidentale di artiglieria, aviazione e mortai della città di Qamishli e la fattoria agricola nel nord-est della città di Malikiyah e il villaggio di Zuhairiya nella stessa area e nei villaggi di Darbasiyah e Tel Tishreen Tall Dhiab e Amouda nella campagna settentrionale e nord-occidentale di Hasaka.

Il corrispondente ha sottolineato che le incursioni aeree del regime turco si sono intensificate sulla città di Tal Abyad vicino al confine a nord di Raqqa.

Secondo il giornalista, tre civili sono stati uccisi e dozzine feriti dalle forze del regime turco che hanno preso di mira le auto sulla strada di Raqqa Tal Abyad.

Il reporter ha affermato che gli attacchi di artiglieria delle forze del regime turco hanno colpito strutture e istituzioni di servizio, dove la stazione idrica di Alouk nella campagna di Ras Al-Ain è risultata fuori servizio a seguito di una seconda aggressione turca sui cavi elettrici che alimentano la stazione, sottolineando che le officine tecniche dell’elettricità di Al-Hasakah stanno cercando di raggiungere il sito dell’assalto turco ai cavi per riparare i guasti Aggressività e scontri impediscono l’accesso al luogo.

Da parte loro, la milizia SDF ha continuato le sue pratiche repressive contro i residenti e ha fatto irruzione in dozzine di case nei villaggi di Tal Tamr nella campagna di al-Hasakah con la forza per gli scontri, mentre le famiglie dei detenuti si sono radunate davanti al carcere di Ghweiran, che è controllato dalla milizia SDF in al-Hasakah e hanno bruciato pneumatici chiedendo il rilascio I loro figli tra i tentativi dei miliziani di disperderli con la forza

Un corrispondente di SANA BUROD ha riferito che numerosi leader della milizia “SDF” che collaborano con il regime turco sono fuggiti con migliaia di dollari dalla parte turca.

Nel contesto della continuazione delle istituzioni e dei dipartimenti e servizi governativi nella provincia di Al-Hasakah, come al solito, ha confermato il direttore della compagnia elettrica Al-Hasakah Eng. P ”alimentatore dei silos di Al Jazeera Mill e Antarea post e pozzi d’acqua Oweja per il servizio, dopo essere stato riparato a seguito di bombardamento dall’aggressione turca.

Ieri pomeriggio, l’esercito turco ha lanciato un attacco contro la città di Ras al-Ain nella campagna nord-occidentale del governatorato di al-Hasakah e nell’area di Tal Abyad nella campagna settentrionale di Raqqa, uccidendo 8 civili e ferendone altri 20. .

Fonte Agenzia Sana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.